Contattaci : +39 06 4817459 lun 9-13; mer 14-18; ven 9-13 | info[@]fidapa.org
Fidapa SOCIAL MEDIA    Twitter    Linkedin

«
»

AMADEUS E LE DONNE DI SANREMO LA FIDAPA BPW ITALY SI ASSOCIA ALLA PROTESTA

comunicato stampa a cura della Presidente Nazionale Maria Concetta Oliveri e lettera inviata alla vigilanza Rai 

COMUNICATO STAMPA

AMADEUS E LE DONNE DI SANREMO

LA FIDAPA BPW ITALY SI ASSOCIA ALLA PROTESTA

chiediamo che venga riaffermato limpegno della RAI nella lotta alla violenza alle discriminazioni e ai pregiudizi di genere

La Presidente della FIDAPA BPW ITALY, nel convincimento che l’impegno contro ogni forma di discriminazione e violenza contro le donne debba essere di 365 giorni l’anno, ha inviato una lettera al Presidente della Commissione di vigilanza sulla RAI Barachini interpretando la reazione di sdegno di tante socie che hanno aderito e firmato petizioni e all’azione di protesta delle 29 Deputate dell’intergruppo per le donne, firmatarie della lettera indirizzata alla Commissione di vigilanza e ai vertici della RAI.

Si denuncia che, tramite le parole del direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo Amadeus, il servizio televisivo pubblico presenta ancora una volta un modello diseducativo di donna: bella e disposta a farsi da parte per non offuscare il successo del proprio compagno. Inoltre, nella gara musicale è prevista la presenza del cantante Junior Cally, i cui testi, come risaputo, sono pieni di violenza, sessismo e misoginia.

Si chiede che venga riaffermato l’impegno della RAI nella lotta alla violenza, alle discriminazioni e ai pregiudizi di genere e le scuse pubbliche da parte di Amadeus.

La FIDAPA BPW Italy manifesta la forte preoccupazione per la palese strumentalizzazione e discriminazione delle donne anche nelle vicende del più importante festival musicale del nostro Paese, chiaro esempio di quanto tale tipo di cultura sia profondamente radicata nel tessuto sociale Italiano, e non solo, ad ogni livello. Tuttavia, se le azioni di contrasto sono utili e doverose nell’immediato, si è convinte che il cambio di mentalità si possa ottenere solo con una seria programmazione educativa al rispetto delle persone nelle loro differenze di genere fin dall’infanzia, per una vera e propria rivoluzione culturale da intraprendere insieme a uomini intelligenti e consapevoli.

 

 

Riportiamo qui di seguito, anche il testo integrale della lettera inviata al Sen. Alberto Barachini - Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi 

 

Roma, 19 gennaio 2020

Gentile Presidente

Sen. Alberto Barachini

Commissione parlamentare per l'indirizzo generale

e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi

 - Sede -

Gentile Presidente Sen. Barachini

la Federazione Donne Arti Professioni e Affari, che mi onoro di presiedere, non può rimanere in silenzio davanti alla triste scelta del direttore artistico del 70^ Festival della Canzone Italiana che si terrà a Sanremo dal 4 febbraio. Mi riferisco alla partecipazione del cantante Antonio Signore, in arte Junior Cally, inserito tra i big di questa edizione.

Visto il Suo importante ruolo sono a chiederLe, a nome di tutte le undicimila socie della Fidapa BPW Italy, di sensibilizzare la RAI ad evitare l'esibizione di Junior Cally dal palco del teatro Ariston di Sanremo.Tale richiesta è motivata dalla totale mancanza di rispetto del cantante nei confronti delle donne, che ha toccato l'apice con il brano "Strega" in cui parla di un femminicidio di una giovane donna, preceduto da parole su uno squallido rapporto sessuale e senza mai prendere le distanze dal triste fenomeno dei femminicidi o condannandoli. Leggendo i suoi testi si nota che costantemente nei brani cantati descrive la donna come un mero oggetto. 

La nostra Federazione è da sempre impegnata in prima linea per contrastare ogni azione che inneggi alla violenza sulle donne e, non meno, ad agire in ogni sede opportuna per chiedere che il decoro, l'immagine ed il rispetto nei confronti dell'universo femminile vengano garantiti in ogni ambito, compresi i mezzi di comunicazione.

Auspichiamo che anche il direttore artistico e conduttore del Festival, Amadeus, si astenga in futuro dal fare ulteriori battute infelici nei confronti delle donne, come quelle che lo hanno visto recentemente protagonista e comprenda che non è moralmente accettabile che sul palcoscenico della più importante manifestazione canora del nostro Paese, in diretta televisiva sulla rete ammiraglia della RAI, si esibisca una persona dai comportamenti così discutibili come il cantante Junior Cally.

Nella speranza che possa accogliere la nostra richiesta La ringrazio sin d'ora per quanto potrà fare.

Distinti saluti.

Maria Concetta Oliveri

Presidente Nazionale FIDAPA BPW ITALY

Auguri natalizi

a cura della Presidente Nazionale Maria Concetta Oliveri 

 

 AUGURI DI NATALE 2019

Care Presidenti e socie tutte,

il periodo natalizio rappresenta per tutti noi un’occasione di grande gioia, serenità e pace.Il Natale ha la magia di riportarci alle nostre tradizioni, ai ricordi dei natali della nostra infanzia quando tutto sembrava magico ed incantato. Ci regala ogni anno il fascino di una festa ricca di atmosfere, dove tutti ci sentiamo più buoni, più disponibili e solidali verso gli altri, più sereni e felici di trascorrere questi giorni insieme ai familiari e agli amici più cari.Ma rappresenta anche un’occasione di riflessione per tutti i problemi che ci circondano: da quelli mondiali come le guerre, la fame e la sete nel mondo, la povertà che spinge i popoli all’emigrazione; a quelli sociali come la disoccupazione e la perdita dei posti di lavoro, i disagi giovanili legati all’uso di alcool e droghe, i bambini abbandonati e maltrattati, gli ammalati che soffrono, l’aumento dei poveri e bisognosi.Tutte queste riflessioni ci rattristano ma ci stimolano ad impegnarci quotidianamente per il bene comune.E’ dunque importante ritrovare il significato del Natale.l Natale è simbolo di rinascita, rinnovamento ma anche di speranza e fiducia.
Il Natale costituisce l'archè del cristianesimo, il momento della rivelazione di Dio che si fa uomo, un atto di amore della divinità nei confronti di un'umanità in cerca di riscatto, sull'onda di questa emotività il Natale non ha perso di significato per duemila anni e sulla cresta di quell'onda, per tutto questo tempo un'umanità vilipesa, aggrappata a quella speranza, ha resistito nel tempestoso mare della vita.Ma negli ultimi decenni qualcosa si è incrinato nella società della quale facciamo parte, per i più riconosciuta come la società individualizzata in cui prevale uno smisurato egocentrismo.

La figura del profeta, il personaggio venuto dall'esterno, che sapeva leggere i segni dei tempi e rappresentava la voce di Dio, che condannava l'ingiustizia e proclamava un cammino di redenzione, di pace e di salvezza, pian piano sbiadisce.Il Natale ogni anno diventa più laico e ci lascia quasi indifferenti, distratti dalle cure ed inquietudini materiali, ognuno racchiuso in se stesso alla ricerca di significati da dare alle tante incognite che gravano su di lui, di risposte alle tante domande che scaturiscono da un mondo che cambia ad un ritmo vertiginoso. Le luci, la pubblicità martellante, la frenesia della gente, la quale sgomita per accaparrarsi il regalo più originale, ci danno quasi fastidio.Il Natale è stato svuotato dalla spiritualità e trasformato in un contenitore di consumismo. Tuttavia mano a mano che ci avviciniamo al fatidico 25 dicembre, la fantasmagoria di luci e colori, le nenie natalizie, l'insolita cortesia della gente, come se venissimo avvolti da una magica polvere, ci trasportano in un'atmosfera di attesa. Per molti è un dejavu che si costruisce intorno a flash di memoria, un aprirsi alla coscienza di antichi suoni, odori, sapori, orazioni, concentrazioni allegre di familiari attorno a tavoli di gioco. Ma anche per chi non vive di ricordi sovviene un'aspettativa misteriosa, che qualcosa di meraviglioso possa accadere, forse una promessa lunga duemila anni, mai evasa, ma pur sempre da rincorrere e in cui continuare a credere.E' un sentimento comune e, forse perché unanime ci fa sentire uguali, sorelle e fratelli. E' così il miracolo si ripete e fuga lo scetticismo iniziale. E di miracolo si può parlare se tutti nutrono la voglia di guardare oltre l'orizzonte, dove una mano calata dal cielo plasmi un mondo inclusivo per tutti.Il Natale non è dunque una breve momento, ma uno stato d'animo. In questi giorni la mente di ognuno è pervasa dalla frase: “ama il prossimo tuo come te stesso”, che suona così strana ai tempi di oggi. Forse per questo motivo, Natale che era la festa della cristianità è diventata universale, la festa per eccellenza, trasversale ad ogni angolo della terra, alle culture laiche e religiose.

Care amiche fidapine, noi che unendoci per mano copriamo i quattro angoli della terra, dobbiamo amplificare lo stato d'animo di Natale e trasportarlo nel quotidiano. Dobbiamo prima riconoscere i nostri limiti e le debolezze; dobbiamo ascoltarci e tenderci la mano con empatia; dobbiamo recuperare gli oppressi ai margini della società; aiutare coloro che soffrono di povertà fisica e spirituale. Solo così sarà sempre Natale per tutti.

Ricordatevi che Natale, che lo si consideri il giorno dell'avvento o natalità in sensu latu, è sinonimo di amore, che lo si può festeggiare senza lasciarsi concupire dalle vetrine sfarzose, ma con la semplicità e la sobrietà dei nostri nonni, e, soprattutto, che è una festa religiosa e come tale va celebrata.Auguro a tutte voi ed alle vostre famiglie che possiate godere di quanto la magica atmosfera natalizia ci offre;pace e serenità con voi stesse, con i vostri cari e con il prossimo. Vi auguro altresì che il nuovo anno vi porti quanto di più bello desideriate, prima di tutto la buona salute, l'armonia in famiglia e nel mondo del lavoro.

Un calorosissimo abbraccio a tutte voi buon Natale e buon anno!

                                                                                                             La vostra Presidente Nazionale

                                                                                                                    Maria Concetta Oliveri

7127d7ee 0eaa 4a44 b167 25f3f3762fea

Marta Cartabia Prima Presidente Corte Costituzionale

Comunicato Stampa - Maria Concetta Oliveri Presidente Nazionale FIDAPA BPW Italy 2019-2021 

Marta CartabiaLa FIDAPA BPW ITALY plaude alla nomina di Marta Cartabia a Presidente della Corte Costituzionale, quarta carica dello Stato, prima donna a toccare un vertice così alto nell’Amministrazione della giustizia. Tanta strada è stata fatta da quando nel lontano 1965 le donne furono ammesse per la prima volta al concorso in magistratura.

E’ chiaro esempio di come oggi finalmente si possa amministrare la giustizia oltre il soffitto di cristallo. Frutto di un cambiamento culturale per le donne, peraltro non ancora compiuto, ma come afferma la neoeletta Presidente, che apre uno spiraglio e può fare da apripista.

Le donne sono giudici con l’anima che incarnano quell’ideale di donna, perseguito dalle pioniere dell’emancipazione femminile, senza mai rinunciare a considerare la “dignità ferita” della persona come “parametro ineludibile di riferimento”. Così si è espressa Gabriella Luccioli, prima donna Presidente di una Sezione di Cassazione, ospite della FIDAPA nell’ambito di un convegno sul tema delle pari opportunità in magistratura.

La FIDAPA BPW ITALY fa dunque proprio l’auspicio della Presidente Cartabia affinché genere ed età non siano più discriminati per le donne nel raggiungimento di posizioni di vertice nei contesti lavorativi.

Maria Concetta Oliveri

Presidente Nazionale

FIDAPA BPW ITALY

La Violenza sulle Donne : è emergenza pubblica

Intervista di Isabella Inguscio alla Presidente Nazionale Maria Concetta Oliveri su concessione di the freack.it  - 1 dicembre 2019 

diritti umani no violenza Fidapa
Sono trascorse due settimana dalla Giornata mondiale contro la Violenza sulle Donne, quella violenza che rappresenta, stando alle parole quasi unanimi degli esponenti delle più alte cariche di Governo, una vera e propria “emergenza pubblica”.

Così, oggi,  per non abbassare mai la guardia e sottolineare la “ricorrenza”, decidiamo di riportarvi la testimonianza di chi si impegna quotidianamente nella promozione di attività ed iniziative per una consapevole partecipazione delle donne alla vita sociale, amministrativa e politica.

Da anni ormai la FIDAPA BPW Italy (FEDERAZIONE ITALIANA DONNE ARTI, PROFESSIONI, AFFARI - International Federation of Business and Professional Women) opera su tutto il territorio nazionale come movimento di opinione indipendente con lo scopo di promuovere, coordinare e sostenere le iniziative delle donne che operano nel campo delle Arti, delle Professioni e degli Affari, autonomamente o in collaborazione con altri Enti ed Associazioni.

Ogni attività si prefigge il nobile obiettivo di valorizzare le competenze e la preparazione delle socie, indirizzandole verso attività sociali e culturali che favoriscono il miglioramento della loro vita, anche lavorativa.

Con quest’intervista fa al Presidente Nazionale della FIDAPA BPW, LA Dott.ssa Maria Concetta Olivieri, noi di The Freak cerchiamo quindi di dare il nostro contributo concreto nella crescita della coscienza circa la gravità di un fenomeno dalle dimensioni macroscopiche. Perché, per dirla con le parole del nostro Presidente Mattarella, “le donne non cessano di essere oggetto di molestie, vittime di tragedie palesi e di soprusi taciuti, consumati spesso dentro le famiglie o perpetrati da persone conosciute". Tanto indubbiamente è stato fatto: sono state approvate nuove norme, sbloccati fondi, avviati confronti. Ma molto resta ancora da fare per assicurare maggiori livelli di tutela.

Cos’è la FIDAPA? Da quale spirito nasce ed è ancora oggi guidata?

La nostra è un’associazione composta, in Italia da circa 11.000 Socie ed articolata in 300 Sezioni distribuite su tutto il territorio nazionale, raggruppate in 7 Distretti. Questa nasce e continua tutt’ora a cresce animata da un forte spirito innovativo. Oggi la Fidapa compie 80 anni e siamo molto fiere nel dire che portiamo avanti ogni giorno gli ideali della nostra socia fondatrice, l’Avv. Leda Madesin, che pose – in modo assolutamente innovativo e coraggioso, dati i tempi che correvano – solide basi per l’affermazione della democrazia di genere.

Se dovesse descrivere con poche parole la FIDAPA ed i suoi ideali, quali termini userebbe e perché?

La FIDAPA è “massima autostima femminile”. L’associazionismo ci lega in modo forte ed indissolubile, rendendoci ancora più forti e consapevoli di noi stesse e delle nostre grandi capacità. La FIDAPA vuole essere d’aiuto ogni giorno per superare gli ostacoli che il quotidiano pone sul cammino di ogni donna, che è al tempo stesso mamma e professionista/lavoratrice.

Credo, alla luce di quanto ci siamo finora dette, che il rischio di essere tacciate di “femminismo fuori moda” sia davvero grande. Come risponderebbe a quanti muovono questa critica?

Vero, la cosa che spesso viene facile a tutti, quando si parla di un’associazione femminile è associarla al femminismo. In realtà ciò non rispecchia affatto il nostro spirito. La FIDAPA è un movimento di opinione, che promuove lo sviluppo socioculturale della donna. Questo non si può negare che prenda i natali dal femminismo storico, ma siamo ben consapevoli dei progressi fatti e delle conquiste ottenute. Ciò che ci sta più a cuore ora è far tesoro dei risultati e proseguire nella cura dei nostri interessi e nella promozione di una parità in ogni settore della vita sociale. Perché se è vero quanto poc’anzi detto, è anche vero che ancora oggi le difficoltà che una donna può riscontrare sono tante, troppe.

Gli ultimi dati ISTAT fotografano una situazione in Italia alquanto aberrante: 1 donna ogni 2 giorni è protagonista di Femminicidio; 1 su 3 (tra i 16 e 60anni) subisce violenze, di cui l’8,7% sui luoghi di lavoro. Dati impressionati quindi. Come si può debellare un fenomeno così ben radicato?

Il problema dinanzi al quale ci troviamo è di dimensioni inaudite e ciò, purtroppo, è il frutto di una cultura stereotipata che riguarda gli uomini. Proprio così, perché – inutile prendersi in giro – la violenza sulle donne è un problema sociale e culturale prima di tutto. Esso è ancora radicato nel nostro Paese e rappresenta la più diffusa forma di violazione dei diritti umani, considerando che quella diretta alle donne riguarda ogni tipo di violenza, da quella sessuale ai rapimenti, sfruttamenti e quant’altro. È evidentemente un grave problema sociale che minaccia la sicurezza, l’equilibrio, l’integrità fisica e psichica della donna e causa gravi disagi e sofferenze ai figli. Ecco perché per debellarlo non basta attenzionare ed intervenire in modo molto più incisivo sugli autori di questi crimini, per lo più di sesso maschile, ma occorre agire per via preventiva puntando sulla formazione di una cultura ispirata al rispetto di ogni forma di essere umano.

Quali le battaglie ed i progetti che la Fidapa porta avanti contro la violenza sulle donne?

come FIDAPA in questi anni abbiamo spesso instaurato dialoghi molto proficui e soddisfacenti con il legislatore, presentando varie proposte di legge in materia di violenza contro le donne, come per esempio la legge sullo stalking, il femminicidio e il risarcimento ai figli di donne vittime di violenza. Abbiamo curato campagne di sensibilizzazione su tutto il territorio come: l’equal payday per sostenere la Parità di trattamento necessaria per una libertà economica; l’empawerment delle donne in economia, nei consigli di amministrazione delle imprese quotate e partecipate, nelle Istituzioni con la promozione della legge sulla parità di genere che prevede la doppia preferenza di genere nelle competizioni elettorali nazionali e regionali.

Sappiamo che lo scorso 26 novembre è stata ricevuta dalla presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati. Quanta sensibilità si riscontra oggi rispetto al tema della violenza contro le donne da parte delle istituzioni (nelle quali, finalmente, il numero di esponenti donne è sempre maggiore)?

Posso dire con un certo grado di certezza e, conseguentemente, con molta gioia che si evince dai colloqui avuti con le istituzioni una maggiore attenzione alle problematiche di genere e una maggiore volontà di combattere la violenza, mettendo in atto leggi che applicano tale azione da un punto di vista sostanziale. Ho verificato un’ampia apertura verso la nostra associazione e le attività che sono state promosse, nonché un grande interesse nei confronti dei progetti che andremo a condividere di qui a breve.

Sentire le istituzioni vicine ci da maggiore forza e ci stimola sempre di più a portare avanti movimento di opinione, dando concretezza alle nostre azioni.

Tra i tanti progetti sposati dalla Fidapa non possiamo non ricordare “He for She”. Da cosa nasce e che dimensioni ha assunto e che impatto ha avuto concretamente nella lotta contro la discriminazione femminile?

La campagna internazionale "He For She" di UN Woman, sottoscritta dalla Fidapa nazionale, sta producendo i suoi effetti nella società, coinvolgendo l'uomo nell’azione di prevenzione alla violenza contro la donna. Infatti il nostro manifesto del 25 novembre nasce dalla consapevolezza di un coinvolgimento attivo degli uomini: donne e uomini insieme per combattere la violenza e diffondere la cultura del rispetto reciproco. Questo lo spirito di questa campagna, accolta e promossa con entusiasmo a livello sovranazionale.

La presidente FIDAPA BPW Italy è stata ricevuta al Senato dalla Presidente Casellati

comunicato stampa a cura della Presidente Maria Concetta Oliveri 29/11/2019

LA PRESIDENTE FIDAPA BPW ITALY E’ STATA RICEVUTA AL SENATO DALLA PRESIDENTE CASELLATI

Roma, 28 novembre 2019

La Presidente Nazionale, Maria Concetta Olivieri, lo scorso 26 novembre è stata ricevuta in visita ufficiale dalla Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.

Un proficuo incontro - ha sottolineato al termine la Presidente Oliveri – caratterizzato da una completa condivisione di intenti. Ringrazio la Presidente Casellati per aver voluto confermare ancora una volta la sua vicinanza all’Associazione che mi onoro di presiedere e per l’attenzione manifestata nei confronti delle nostre iniziative”.

Durante la giornata la Presidente Maria Concetta Oliveri ha incontrato numerosi Parlamentari tra cui: la Presidente della Commissione d’inchiesta per il contrasto al Femminicidio e ad ogni forma di violenza di genere, Sen. Valeria Valente ed ancora,  le Senatrici Danila De Lucia, Donatella Conzatti, i Senatori Francesco Maria Giro, Massimiliano Romeo e le deputate Maria Stella Gelmini e Maria Spena.

Tutti loro hanno confermato la piena disponibilità a collaborare con la Fidapa BPW Italy e ad intraprendere un percorso che veda al centro della loro attività parlamentare anche il coinvolgimento della Fidapa BPW Italy. 

 

Sottocategorie

FIDAPA BPW Italy

La FIDAPA BPW Italy (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari) è un’associazione composta, in Italia  da circa 11.000 Socie  ed appartiene  alla Federazione Internazionale IFBPW (International Federation of Business and Professional Women) 

Contattaci

info (@) fidapa.org
  +39 06 4817459
lun 9-13; mer 14-18; ven 9-13
  +39 06 4817385
 Via Piemonte 32, 00187 Roma

Ultime Notizie

20
Gen2020

AMADEUS E LE DONNE DI...

comunicato stampa a cura della Presidente Nazionale Maria Concetta Oliveri e lettera inviata alla vigilanza Rai COMUNICATO...

20
Dic2019

Auguri natalizi

a cura della Presidente Nazionale Maria Concetta Oliveri AUGURI DI NATALE 2019 Care Presidenti e socie...

12
Dic2019

Marta Cartabia Prima Presidente Corte...

Comunicato Stampa - Maria Concetta Oliveri Presidente Nazionale FIDAPA BPW Italy 2019-2021 La FIDAPA BPW ITALY plaude...

09
Dic2019

La Violenza sulle Donne :...

Intervista di Isabella Inguscio alla Presidente Nazionale Maria Concetta Oliveri su concessione di the freack.it -...

29
Nov2019

La presidente FIDAPA BPW Italy...

comunicato stampa a cura della Presidente Maria Concetta Oliveri 29/11/2019 LA PRESIDENTE FIDAPA BPW ITALY E’ STATA...

18
Nov2019

Diffondiamo la cultura del rispetto...

Comunicazione della Presidente Maria Concetta Oliveri - 18 Novembre 2019 Diffondiamo la cultura del rispetto per fermare...

18
Nov2019

Lettera della Presidente Maria Concetta...

Spettabili lettorici, lettori, Care Presidenti, Care Socie, A nome di tutto il Direttivo Nazionale, appena...

08
Nov2019

Biennio 2019-21 : la circolare...

Care Presidenti, Care Socie, Il biennio 2019/2021 è iniziato: è tempo di agire. Sento ancora il bisogno di...

24
Set2019

XXXII Congresso Nazionale Fidapa BPW...

La Presidente Nazionale per il biennio 201-2021 Maria Concetta Oliveri al centro, alla sua destra la...

26
Ago2019

Comunicato Fidapa BPW Italy ...

26 agosto 2019-08-26 BPW International Day La Fidapa BPW Italy celebra la fondazione del BPW International a...

19
Giu2019

Galway - Conferenza Europea BPW

Galway 24- 26 Maggio 2019 16 ^ Conferenza Europea BPW Nella prestigiosa sede dell'Università si è svolto il...

13
Giu2019

Premiazione Progetto di Hackathon ...

Orvieto, 11 Giugno 2019 : Hackathon “Un gioco da ragazze” promosso da Fidapa BPW Italy e Vetrya...

«
»

Circolari

News importanti