AMADEUS E LE DONNE DI SANREMO LA FIDAPA BPW ITALY SI ASSOCIA ALLA PROTESTA

Categoria: News
comunicato stampa a cura della Presidente Nazionale Maria Concetta Oliveri e lettera inviata alla vigilanza Rai 

COMUNICATO STAMPA

AMADEUS E LE DONNE DI SANREMO

LA FIDAPA BPW ITALY SI ASSOCIA ALLA PROTESTA

chiediamo che venga riaffermato limpegno della RAI nella lotta alla violenza alle discriminazioni e ai pregiudizi di genere

La Presidente della FIDAPA BPW ITALY, nel convincimento che l’impegno contro ogni forma di discriminazione e violenza contro le donne debba essere di 365 giorni l’anno, ha inviato una lettera al Presidente della Commissione di vigilanza sulla RAI Barachini interpretando la reazione di sdegno di tante socie che hanno aderito e firmato petizioni e all’azione di protesta delle 29 Deputate dell’intergruppo per le donne, firmatarie della lettera indirizzata alla Commissione di vigilanza e ai vertici della RAI.

Si denuncia che, tramite le parole del direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo Amadeus, il servizio televisivo pubblico presenta ancora una volta un modello diseducativo di donna: bella e disposta a farsi da parte per non offuscare il successo del proprio compagno. Inoltre, nella gara musicale è prevista la presenza del cantante Junior Cally, i cui testi, come risaputo, sono pieni di violenza, sessismo e misoginia.

Si chiede che venga riaffermato l’impegno della RAI nella lotta alla violenza, alle discriminazioni e ai pregiudizi di genere e le scuse pubbliche da parte di Amadeus.

La FIDAPA BPW Italy manifesta la forte preoccupazione per la palese strumentalizzazione e discriminazione delle donne anche nelle vicende del più importante festival musicale del nostro Paese, chiaro esempio di quanto tale tipo di cultura sia profondamente radicata nel tessuto sociale Italiano, e non solo, ad ogni livello. Tuttavia, se le azioni di contrasto sono utili e doverose nell’immediato, si è convinte che il cambio di mentalità si possa ottenere solo con una seria programmazione educativa al rispetto delle persone nelle loro differenze di genere fin dall’infanzia, per una vera e propria rivoluzione culturale da intraprendere insieme a uomini intelligenti e consapevoli.

 

 

Riportiamo qui di seguito, anche il testo integrale della lettera inviata al Sen. Alberto Barachini - Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi 

 

Roma, 19 gennaio 2020

Gentile Presidente

Sen. Alberto Barachini

Commissione parlamentare per l'indirizzo generale

e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi

 - Sede -

Gentile Presidente Sen. Barachini

la Federazione Donne Arti Professioni e Affari, che mi onoro di presiedere, non può rimanere in silenzio davanti alla triste scelta del direttore artistico del 70^ Festival della Canzone Italiana che si terrà a Sanremo dal 4 febbraio. Mi riferisco alla partecipazione del cantante Antonio Signore, in arte Junior Cally, inserito tra i big di questa edizione.

Visto il Suo importante ruolo sono a chiederLe, a nome di tutte le undicimila socie della Fidapa BPW Italy, di sensibilizzare la RAI ad evitare l'esibizione di Junior Cally dal palco del teatro Ariston di Sanremo.Tale richiesta è motivata dalla totale mancanza di rispetto del cantante nei confronti delle donne, che ha toccato l'apice con il brano "Strega" in cui parla di un femminicidio di una giovane donna, preceduto da parole su uno squallido rapporto sessuale e senza mai prendere le distanze dal triste fenomeno dei femminicidi o condannandoli. Leggendo i suoi testi si nota che costantemente nei brani cantati descrive la donna come un mero oggetto. 

La nostra Federazione è da sempre impegnata in prima linea per contrastare ogni azione che inneggi alla violenza sulle donne e, non meno, ad agire in ogni sede opportuna per chiedere che il decoro, l'immagine ed il rispetto nei confronti dell'universo femminile vengano garantiti in ogni ambito, compresi i mezzi di comunicazione.

Auspichiamo che anche il direttore artistico e conduttore del Festival, Amadeus, si astenga in futuro dal fare ulteriori battute infelici nei confronti delle donne, come quelle che lo hanno visto recentemente protagonista e comprenda che non è moralmente accettabile che sul palcoscenico della più importante manifestazione canora del nostro Paese, in diretta televisiva sulla rete ammiraglia della RAI, si esibisca una persona dai comportamenti così discutibili come il cantante Junior Cally.

Nella speranza che possa accogliere la nostra richiesta La ringrazio sin d'ora per quanto potrà fare.

Distinti saluti.

Maria Concetta Oliveri

Presidente Nazionale FIDAPA BPW ITALY